Aspettando Halloween: Film n° 15 - Shining

"Il mattino ha l'oro in bocca."
"All work and no play makes Jack a dull boy
."
"Vieni a giocare con noi, Danny? Per sempre... per sempre... per sempre."
"Heeere's Johnny!"


Continuando sulla falsa riga delle atmosfere claustrofobiche, cosa c'è di più claustrofobico di un albergo deserto e isolato nel bel mezzo delle montagne innevate? Essendo tra l'altro io una kinghiana convinta (da diciannove anni, ormai... ne avevo 14 quando ho preso in mano per la prima volta Christine la macchina infernale. E' stato amore. A vita), è con grande piacere che dedico il 15° post del countdown al più celebre dei film horror tratti dai libri del Re. Credo che al mondo non ci sia nessuno che ancora lo debba vedere (e nel caso invece sia così: vergogna! Sapete quante migliaia di citazioni sparse in giro per cinema, musica, fumetti e chi ne ha più ne metta non avete colto? Dovete assolutamente colmare questa lacuna ^^), però è uno di quei film che non invecchia mai, arriva con la sua vagonata di tensione e te la scarica in pieno stomaco. Poi vabbè, come non adorare il pazzo Jack? Un capolavoro. Ok, secondo me è molto meglio il romanzo, perchè ci sono aspetti che il film assolutamente non coglie o tralascia. Io avevo visto più di una volta il film prima di leggere il libro, e non mi erano chiare molte cose. Poi ho letto il romanzo ed ho capito tutto, ma ho anche capito che Jack Nicholson, per assurdo, è stata una scelta sbagliata (uno con la sua faccia te lo aspetti che sia pazzo, dai... ^^), e che capisco perchè a King il film non sia piaciuto. Però vabbè, se lo consideriamo una cosa distaccata dalla fonte ispiratrice, allora è davvero bellissimo. Imperdibile. (scusate, so che sono l'unica al mondo a pensarla così, fate finta di nulla...)
Recentemente, hanno fatto anche una mini serie TV tratta dallo stesso romanzo, e devo dire che era ben fatta, molto fedele, molto soddisfacente
.

Trama:
Uno scrittore, Jack Torrance, accetta il lavoro di guardiano d’inverno con la famiglia, in un hotel sulle montagne. In questo albergo negli anni passati erano successi parecchi episodi di violenza. La solitudine e strane percezioni porteranno l'uomo ad impazzire e ad uccidere i suoi cari.



3 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

il film più agghiacciante di sempre, per me
la prima volta che l'ho visto ero solo un bambino
è stato un trauma :)

Baol ha detto...

Capolavoro assoluto!

Vale ha detto...

Il genere di film che ti cambia completamente la vita (e che se me lo guardo adesso da sola, mi cago ancora in mano come se non l'avessi mai visto...brrrr!!!!).
Prima o poi leggerò anche il romanzo, dopo quello che mi hai detto sono davvero curiosa di notare anch'io le differenze.